Versione stampabile

Regolamento

1. LA MAILING LIST "ITAPAT"
La mailing list "ITAPAT" è lista di distribuzione postale dei patologi italiani e si rivolge ai professionisti dei vari campi dell'Anatomia Patologica. La lista è dedicata ad argomenti pertinenti l’Anatomia Patologica, includendo i punti di vista della pratica clinica e di laboratorio, della ricerca, della didattica, fino a tematiche economiche e sindacali. Fondata nel 1995 dall'Università di Udine, dal 1997 è gestita dalla Commissione Informatica della SIAPEC - Società Italiana di Anatomia Patologica e Citodiagnostica (di seguito denominata "gestore"), come organo di comunicazione, per soci e non, della Società. E' possibile iscriversi e partecipare alla lista secondo le istruzioni. La lista non è moderata, ma è necessario essere iscritti alla lista per inviare messaggi. Per questioni di sicurezza, non è possibile inviare allegati ("attachment"), i quali vengono automaticamente eliminati dal software di gestione. Le regole di condotta per gli utenti e per il gestore sono dettagliate nei capitoli seguenti.

2. PRIVACY POLICY
I Dati Registrati nonché le altre eventuali informazioni relative ai membri della lista (di seguito denominati "utenti") sono soggette alla politica sulla privacy della SIAPEC, secondo la legge 675/96.

3. REGOLE DI CONDOTTA DELL'UTENTE
L'Utente conviene e concorda che tutte le informazioni, i dati, i messaggi o qualsiasi altro materiale ("Contenuti") trasmesso a ITAPAT rientrano nella sola ed esclusiva responsabilità delle persone dalle quali tali Contenuti provengono. Ciò significa che l'Utente, e non il Gestore, è il solo ed esclusivo responsabile per qualsivoglia Contenuto caricato, pubblicato, inviato via e-mail, o in altro modo trasmesso o diffuso per il tramite di ITAPAT. Il Gestore non può in alcun modo controllare i Contenuti trasmessi o diffusi tramite ITAPAT e di conseguenza non garantisce la veridicità, la correttezza o la qualità di tali Contenuti. In nessun caso e per nessuna ragione il Gestore potrà essere ritenuto responsabile per i Contenuti inclusi nonché, a mero titolo esemplificativo, per eventuali errori e/o omissioni nei Contenuti, o per eventuali danni occorsi in conseguenza dell'utilizzo di Contenuti reperiti, inviato via e-mail o in altro modo trasmessi o diffusi tramite ITAPAT.
L'Utente si impegna a non utilizzare ITAPAT per:
  1. caricare, pubblicare, inviare per posta elettronica o in altro modo trasmettere o diffondere Contenuti che siano illeciti, dannosi, minatori, abusivi, molesti, diffamatori e/o calunniosi, volgari, osceni, lesivi della privacy altrui, razzisti, classisti o comunque reprensibili;
  2. creare intestazioni o in altro modo manipolare segni distintivi o indicazioni al fine di contraffare l'origine di un Contenuto trasmesso o diffuso tramite ITAPAT;
  3. trasmettere un Contenuto che non abbia il diritto di trasmettere o diffondere in forza di una previsione di legge, di contratto ovvero a causa di un rapporto fiduciario (per esempio informazioni riservate, informazioni confidenziali apprese in forza di una rapporto di lavoro o protette da un patto di riservatezza);
  4. trasmettere un Contenuto che comporti la violazione di brevetti, marchi, segreti, diritti di autore o altri diritti di proprietà industriale e/o intellettuale di terzi soggetti ("Diritti");
  5. trasmettere pubblicità, materiale promozionale, "junk mail", "spam", catene di S.Antonio, piramidi, o qualsiasi altra forma di sollecitazione non autorizzate o non richieste;
  6. trasmettere consapevolmente qualsivoglia materiale che contenga virus o altri codici, file o programmi creati per interrompere, distruggere o limitare il funzionamento dei software, degli hardware o degli impianti di telecomunicazioni di terzi;
  7. violare, intenzionalmente o no, qualsivoglia legge o regolamento applicabile;
  8. perseguitare o in altro modo molestare terzi soggetti;
  9. raccogliere o immagazzinare dati personali degli altri utenti.
 
Nell’utilizzare ITAPAT, l’Utente si impegna altresì a rispettare le convenzioni ed i suggerimenti della “netiquette” (reperibile in rete), in particolare:
  1. Le domande e i commenti devono essere pertinenti all'argomento principale della mailing list.
  2. Nel caso ci si trovi in disaccordo con una persona, meglio proseguire la discussione attraverso e-mail personali piuttosto che nella lista. Se la discussione verte su un punto d'interesse generale, è sempre possibile riassumerla in seguito per gli altri.
  3. Si eviti di inviare messaggi o inserire testi che non sono altro che gratuite repliche ad altre repliche.
  4. Non ci si faccia coinvolgere in nessuna "flame war" (litigio).
 
L'Utente riconosce e concorda che il Gestore ha il diritto di memorizzare i Contenuti nonché rivelarli a terzi ove ciò sia richiesto dalla legge o perché il Gestore ritenga in buona fede che ciò sia necessario per:
  1. adempiere a procedure legali;
  2. applicare il presente regolamento;
  3. replicare alle contestazioni secondo cui i Contenuti violano diritti di terzi;
  4. proteggere i diritti, le proprietà o i requisiti di sicurezza del Gestore e dei suoi utenti;
L'Utente conviene e concorda che il trattamento tecnico, la trasmissione o diffusione di ITAPAT, inclusi i suoi Contenuti, può implicare:
  1. la trasmissione o diffusione dei Contenuti in o tramite altri network; e
  2. la necessità di apportare modifiche al fine di conformare e adattare alle specifiche tecniche dei network o delle apparecchiature di connessione tali Contenuti.
 
4. ASSENZA DI GARANZIE DA PARTE DEL GESTORE
L'Utente riconosce e dichiara espressamente che qualsiasi Contenuto scaricato o altrimenti ottenuto dal o per il tramite ITAPAT è ottenuto a sola ed esclusiva discrezione e a esclusivo rischio dell'Utente e che l'Utente è il solo ed esclusivo responsabile per ogni danno al proprio computer o per la perdita di dati derivante dall'aver scaricato tali materiali o dall'avere utilizzato il Servizio.
 L'Utente conviene e concorda che il Gestore non può in alcun modo essere ritenuto responsabile per la cancellazione o l'errata memorizzazione di qualsiasi messaggio, comunicazione o altri Contenuti mantenuti o trasmessi tramite il Servizio.

5. VIOLAZIONI DEL PRESENTE REGOLAMENTO
Pur non essendo la lista moderata, affidandosi alla serietà ed al buon senso dei suoi membri per favorire la comunicazione e la discussione, violazioni del presente regolamento saranno valutate dal Coordinatore della Commissione Informatica della SIAPEC, ed eventualmente discusse nella Commissione stessa, che deciderà se informare il Consiglio Direttivo della SIAPEC. Il Consiglio Direttivo si riserva di prendere provvedimenti in merito.
 
 
 
La Commissione Informatica della SIAPEC-IAP
 
Documento redatto da Vincenzo della Mea  e approvato nel Consiglio Direttivo della SIAPEC-IAP il 5 aprile 2003 con successive modificazioni.

Data pubblicazione: 2005-10-03