Versione stampabile

Macrosezioni

Le macrosezioni sono un utilissimo strumento per la valutazione istologica in quei casi dove è necessario unire al quadro istologico una più adeguata definizione topografica della lesione da esaminare. Rendono inoltre la valutazione istologica estremamente più rapida.
Molti non le effettuano perchè pensano che l'operazione sia complessa e realizzabile solo in strutture specializzate.
Ciò non è vero in quanto:
Il materiale di consumo necessario per tale operazione è facilmente reperibile in commercio e consiste in:
supermegacassette
base mould in acciaio o monouso
vetrini portaoggetto 50x75
vetrini coprioggetto da 50x65
morsetto speciale porta supermegacassetta per il microtomo
Il microtomo necessario per la realizzazione delle macrosezioni può essere sia a slitta che rotativo, purchè dotato del morsetto porta cassetta sopra citato.
Il trattamento del materiale prevede alcune particolarità che riportiamo qui di seguito:
Fissazione: il materiale viene lasciato fissare per 24 ore in adeguato quantitativo di formalina tamponata (rapporto dei volumi 1:10). La prolungata fissazione permette l'aumento della consistenza dell'organo e facilita la riduzione dello stesso in fette sottili ed omogenee. In alcuni casi (es prostatectomia) può essere utile iniettare nell'organo formalina con una siringa per favorire la fissazione profonda.
Riduzione: tagliare sezioni di 0.5 cm. di spessore massimo curando il piano di taglio che dev'essere il piu' uniforme possibile. Questo consente di minimizzare la sgrossatura del pezzo al microtomo. sezioni di spessore superiore a 0.5 cm. possono creare problemi di insufficiente penetrazione dei reagenti durante la processazione. Prelievi particolarmente ricchi di tessuto adiposo possono necessitare di tempi proporzionalmente piu' lunghi di disidratazione.
Processazione: il materiale alloggiato nelle apposite megacassette
 

 
puo' essere processato normalmente assieme all'altro materiale di routine, unica variante la permanenza prolungata nell'ultimo bagno di paraffina. I tempi indicativi di processazione sono:

1.
formalina tamponata
2 ore
37°C sottovuoto
2.
alcool 70%
1 ora
37°C sottovuoto
3.
alcool 95%
1 ora
37°C sottovuoto
4.
alcool 95%
1 ora
37°C sottovuoto
5.
alcool 100%
1 ora
37°C sottovuoto
6.
alcool 100%
1 ora
37°C sottovuoto
7.
alcool 100%
1 ora
37°C sottovuoto
8.
xilolo o suoi sostituti
1 ora
37°C sottovuoto
9.
xilolo o suoi sostituti
1 ora
37°C sottovuoto
10.
xilolo o suoi sostituti
2 ore
37°C sottovuoto
11.
paraffina
½ ora
58°C sottovuoto
12.
paraffina
½ ora
58°C sottovuoto
13.
paraffina
1 ora
58°C sottovuoto
14.
paraffina
3 ore
58°C sottovuoto
 
Inclusione: includere nelle speciali base-mould il pezzo avendo cura di far aderire molto bene il piano di taglio sul fondo della base-mould stessa. Abbondare nel ricoprire con la paraffina la cassetta di supporto creando un blocchetto omogeneo e compatto.
 

 
Sgrossatura e taglio al microtomo: sgrossare il pezzo fino ad ottenere la superficie di taglio piu' ampia o secondo le particolari indicazioni ricevute avendo cura di far avanzare il blocchetto sul filo della lama con moto uniforme e rallentato. Sgrossare a 10-15 µ . Anche durante il taglio della sezione definitiva a 4-5 µ procedere con moto uniforme e rallentato sul filo della lama. Ottenuta la sezione distendere la fetta in acqua calda e raccoglierla sull'apposito vetrino ben sgrassato e pulito.
 
 
 
 

Il microtomo a slitta o rotativo deve essere accessoriato di un morsetto standard (50x55mm) capace di bloccare le cassette speciali utilizzate. Le lame sono quelle utilizzate nella routine: lamette monouso in acciaio inossidabile con filo rivestito in teflon.
Colorazione ed allestimento del vetrino: a seconda delle colorazioni richieste procedere normalmente come per i soliti vetrini secondo le metodiche in uso.
 
NOTE: chi lo desidera può mettersi in contatto con i seguenti laboratori dove le macrosezioni vengono effettuate e che hanno dato la loro disponibilità a dare suggerimenti e consigli:
Ospedale di Desio, sig. Giorgio Rossi, tel 0362 383229

Data pubblicazione: 2006-10-22